Il Giorno del ricordo

varie sedi

10 febbraio 2018 - varie

Il Giorno del ricordo è una solennità civile nazionale italiana, celebrata il 10 febbraio di ogni anno. Istituita con la legge 30 marzo 2004 n. 92 vuole conservare e rinnovare «la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell'esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale».                                                     

In occasione del Giorno del ricordo, di seguito le iniziative realizzate dagli Istituti del MIBACT del territorio:

         dall’8 al 17 febbraio 2018 la Biblioteca Nazionale “Sagarriga Visconti Volpi”  di Bari curerà  una rassegna bibliografica sull’eccidio delle foibe, con le opere più significative edite sul tema negli anni più recenti;

          venerdì 9 febbraio 2018, ore 16,00 a Palazzo Sagges – Strada Sagges,3 – Bari, sede della Soprintendenza archivistica e bibliografica di Puglia e Basilicata, si terrà  il seminario di studi   “Profughi e rimpatriati in Terra di Bari nel secondo dopoguerra” organizzato dalla Soprintendenza archivistica e bibliografica di Puglia e Basilicata in  collaborazione con l’ IPSAIC Istituto Pugliese per la Storia dell'Antifascismo e dell'Italia Contemporanea. Nell’occasione sarà proiettato un prodotto multimediale a cura di Aldo Muciaccia e Maria Teresa Santacroce dell’ IPSAIC;

             l’Archivio di Stato di Brindisi avrà cura di pubblicare  sul sito web istituzionale  e sulla pagina facebook la riproduzione e il commento di alcuni documenti sull’arrivo a Brindisi nel 1946 di 300 profughi giuliano-dalmati ospitati nel Collegio navale e la successiva istituzione del “Comitato provinciale assistenza profughi Venezia Giulia e Zara”;

            l'Archivio di Stato di Lecce, in collaborazione con il Comune di Lecce, Assoarma  e alcuni dirigenti scolastici di Lecce e Provincia ha programmato una iniziativa che si terrà  presso il Liceo Scientifico Banzi di Lecce il giorno 10 febbraio  2018 e che prevede l’esposizione,  nelle sale del  Liceo, di riproduzioni di ruoli matricolari di militari salentini uccisi dagli slavi o dispersi sul fronte orientale nel Secondo conflitto mondiale con pannelli esplicativi.